Home / Gossip e TV / Sanremo 2020, Ultima Serata: Diodato ha vinto il Festival con Fai rumore!

Sanremo 2020, Ultima Serata: Diodato ha vinto il Festival con Fai rumore!

Sanremo 2020, ultima serata: la gara, gli ospiti e tutte le emozioni fino alla scoperta del podio finale e del vincitore ufficiale del settantesimo Festival! cco cosa è successo durante l’ultima serata finale del Festival di Sanremo 2020!

Sanremo 2020, ultima serata: Piero Pelù ruba una borsa da una signora nella platea!

L’ultima serata del Festival di Sanremo numero 70 inizia con l’Inno di Mameli e la banda dell’Arma dei Carabinieri. La gara dei 23 Big (senza Morgan e Bugo) inizia immediatamente. Il primo a esibirsi è Michele Zarrillo con “Nell’estasi o nel fango”. Segue Elodie con la sua “Andromeda”. Amadeus presenta l’amatissima Maria Venier che decide di scendere le scale del Teatro Ariston scalza tra gli applausi del pubblico. Look total black per Zia Mara. Approvata. Canta Enrico Nigiotti con il brano “Baciami adesso”.

Momento esilarante tra Fiorello e Amadeus. Il conduttore di Sanremo 2020 ha dovuto mantenere la promessa fatta a Rosario la sera prima ed è sceso dalle scale dell’Ariston con la parrucca bionda imitando Maria De Filippi. Amadeus toglie poi la parrucca e canta insieme a Fiorello la canzone “Un mondo d’amore”. Riprende la gara con Irene Grandi e la sua “Finalmente io”.

Ritorna al Teatro Ariston una delle bellezze che in queste lunghe serate ha affiancato Amadeus, Diletta Leotta in tutto il suo splendore ma con un abito bianco con una palma dorata che non ha convinto molti. Sale poi sul palco Alberto Urso e canta “Il sole ad est”. Segue Diodato con “Fai rumore”.

A Sanremo 2020 ritorna anche Sabrina Salerno ma la serata è davvero molto lunga e la gara deve proseguire. Canta allora Marco Masini con “Il confronto”.
Piccolo momento di pausa con Leo Gassmann, il vincitore delle nuove proposte che si esibisce con la canzone che lo ha portato alla vittoria “Vai bene così”.

Bellissimo anche il monologo dell’immancabile Tiziano Ferro, una delle sorprese più belle di questo Festival di Sanremo. “L’amore è un lavoro lento e faticoso fatto di mediazione e pazienza. Ci ho messo 40 anni ed ho scoperto che il brutto tempo non esiste” dice il cantante sul palco dell’Ariston. Un monologo sull’età alla vigilia dei suoi 40 anni ma anche sull’amore, sull’uguaglianza. Inevitabilmente ha poi cantato la sua “Alla mia età” seguita da un nuovo medley dei suoi incredibili successi facendo cantare tutta la platea.

Riprende la gara dei Big di Sanremo 2020 con uno scatenatissimo Piero Pelù che canta “Gigante” e scende in platea dove ruba una borsetta ad una signora tra il pubblico, restituita poi da Amadeus. Poi Levante si esibisce con la sua “Tikibombom” e i Pinguini Tattici Nucleari cantano “Ringo Starr”.

Sul palco dell’Ariston arriva anche l’attesissimo nuovo look di Achille Lauro che questa volta si presenta interpretando Elisabetta I Tudor. Lauro canta “Me ne frego” e bacia il suo chitarrista Boss Doms.

Junior Cally canta “No grazie”, Raphael Gualazzi canta “Carioca” e Tosca canta “Ho amato tutto”.
Ancora gara al Teatro Ariston con Francesco Gabbani con la sua “Viceversa”, Rita Pavone con “Niente (Resilienza 74) e Le Vibrazioni con “Dov’è”.

Sanremo 2020, ultima serata: la classifica, il podio e il leoncino consegnato a Diodato

Al Festival di Sanremo 2020 è poi il momento di un ospite speciale, l’amatissimo Biagio Antonacci che incanta i telespettatori e il pubblico dell’Ariston con le sue canzoni più famose e la sua incredibile energia.

Si prosegue poi con Anastasio e la sua “Rosso di rabbia” e viene inquadrato Jose, il figlio di Amadeus, mentre canta con entusiasmo la canzone in gara. Chissà che Jose faceva il tifo per Anastasio!

Arriva sul palco Giordana Angi con il brano “Come mia madre”. Segue Paolo Jannacci con “Voglio parlarti adesso”, poi Elettra Lamborghini con “Musica (e il resto scompare)”. Ultimo cantante in gara è Rancore con il brano “Eden”.

È finalmente il momento di scoprire la classifica e i piazzamenti ma senza i tre primi posti:

4 – Le Vibrazioni
5 – Piero Pelù
6 – Tosca
7 – Elodie
8 – Achille Lauro
9 – Irene Grandi
10 – Rancore
11 – Raphael Gualazzi
12 – Levante
13 – Anastasio
14 – Alberto Urso
15 – Marco Masini
16 – Paolo Jannacci
17 – Rita Pavone
18 – Michele Zarrillo
19 – Enrico Nigiotti
20 – Giordana Angi
21 – Elettra Lamborghini
22 – Junior Cally
23 – Riki

Nelle prime tre posizioni ci sono quindi Diodato, Francesco Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari. Non si può sapere in quali posizioni si trovano precisamente e su di loro il televoto viene aperto nuovamente. Mentre si vota, Amadeus intrattiene con tantissimi ospiti a partire da Fiorello con il suo omaggio a Fred Bongusto. Diletta Leotta canta e balla una versione moderna di “Ciuri ciuri”, abbastanza coinvolgente e convincente, sicuramente più del monologo. Arriva sul palco dell’Ariston Ivan Cottini, un ragazzo con la Sla che si esibisce danzando insieme alla sua maestra. Il messaggio di Ivan arriva forte e chiaro al pubblico del Festival di Sanremo 2020. Cristian De Sica, Massimo Ghini, Rossi, Angela Finocchiaro e Diego Abatantuono pubblicizzano il loro film presto nelle sale “La mia banda suona il pop”.

Amadeus è poi pronto per ufficializzare chi tra Diodato, Francesco Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari si è classificato al terzo posto. Sono i Pinguini Tattici Nucleari che si prendono l’ultimo posto del podio ma che hanno conquistato davvero il pubblico che la loro “Ringo Starr” e la loro energia. Per il verdetto finale c’è ancora tempo anche sono le 2 di notte.

All’Ariston viene fatto un bellissimo omaggio ad Alberto Sordi, si esibisce poi un altro ospite, Vittorio Grigolo. Poi arrivano pure i Gente de zona e si esibiscono con “La Gozzadera” e “Bailando”.

Ore 2.30, finalmente si iniziano ad assegnare i premi: il Premio della Critica Mia Martini (assegnato dalla Sala Stampa Roof dell’Ariston viene assegnato a Diodato, il Premio della sala stampa “Lucio Dalla” (assegnato dalla Sala Stampa Radio-Tv-Web del Palafiori) viene vinto ancora da Diodato, il Premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo (assegnato dalla Commissione Musicale) viene invece vinto da Rancore. Il Premio “Giancarlo Bigazzi” per la miglior composizione musicale (assegnato dall’Orchestra del Festival) lo vince invece Tosca. Il Premio TIM music (assegnato alla canzone più ascoltata sulla APP musicale TIM music) lo vince Francesco Gabbani.

Ma ci siamo, è il momento di scoprire chi tra Diodato e Francesco Gabbani è il vincitore di questo Festival di Sanremo numero 70. Il leoncino d’oro viene vinto da un sorridente ed emozionato Diodato che si esibisce di nuovo con la sua “Fai rumore” che è arrivata davvero al cuore di tutti.

E voi che cosa ne pensate della vittoria di Diodato è meritata o speravate in qualche altro cantante? A voi i commenti!

Commenta con Facebook

Guarda Anche

Festival Di Sanremo 2020

Festival Di Sanremo 2020: Chi Sta Vendendo Più Dischi?

La settantesima edizione del Festival di Sanremo si è conclusa da pochissimi giorni, ma chi è il cantante che sta vendendo più dischi? La questione Bugo Morgan è stata creata appositamente per business?