Home / Gossip e TV / Michelle Hunziker svela: ero felice con Eros, poi arrivò la setta!

Michelle Hunziker svela: ero felice con Eros, poi arrivò la setta!

Michelle Hunziker dopo essersi separata da Eros Ramazzotti, svela un retroscena della sua vita che non tutti conoscono. Ecco perchè si è separata dal cantante italiano.

Michelle Hunziker, intervistata dal Corriere Della Sera, svela che cosa le è accaduto in passato.

Michelle Hunziker per una cosa o per l’altra finisce sempre tra le pagine di gossip. Ne ha fatta di strada la ragazza che pubblicizzava l’intimo di Roberta nei giganteschi cartelloni posti per le vie di Milano, facendo distrarre dalla guida, moltissimi italiani. La conduttrice italo-svizzera finì sulle copertine dei giornali per aver avuto, all’ora diciassettenne, una relazione d’amore con il 47enne, Marco Predolin. A seguire ci fu il matrimonio da sogno, tra Michelle ed Eros. Nessuno si sarebbe immaginato che dopo alcuni anni, gli attori avrebbero firmato per mettere definitivamente fine alle loro nozze. E dopo più di dieci anni, la Hunziker confessa in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera quale è stato il motivo principale che ha portato alla rottura del matrimonio tra lei e Ramazzotti.

La madre di Aurora Ramazzotti descrive il periodo negativo della sua vita in questa maniera: “È la prima volta che racconto questa storia. Finora ho nascosto tutto persino a mia madre, l’unico con cui ne ho parlato è stato mio marito Tomaso. Quando ci siamo conosciuti abbiamo condiviso tutto: lui i suoi lutti e io la mia esperienza dei cinque anni in una setta. Una volta uscita da lì è stato un continuo tentativo di ricostruire la mia vita. Non è stato facile accettare che fosse successo proprio a me: ho sofferto di attacchi di panico e per anni ho creduto che sarei morta di lì a poco, per soffocamento, come aveva previsto la setta”.

La bionda conduttrice ha poi ammesso che era, all’epoca dei fatti, giovanissima e che fu il suo amico manager Franchino Tuzio a presentarle Clelia, una pranoterapeuta che le sconvolse la vita. La Hunziker si rivolse alla donna per una strana perdita di capelli ed i loro incontri iniziarono ad avere l’effetto desiderato. Ecco come descrive Michelle quel periodo: “Ero la compagna di Eros, la mamma di Auri: ero felice. Al mattino quando aprivo gli occhi controllavo lo stato del cuscino, per scoprire che era diventato biondo”.

Michelle Hunziker confessa di essere finita nella rete di una setta.

Tutto era splendidamente felice, lei ed Eros formavano una coppia perfetta. Clelia fece riavvicinare la Hunziker al padre dopo 15 anni che non parlava con lui. Ecco le sue parole: “Mi ha fregato così, restituendomi l’amore di mio papà. Avrebbe potuto dirmelo uno psicologo, ahimè mi sono imbattuta in lei. Grazie a quel consiglio ho potuto riavere mio padre, fargli fare il nonno. Poi è morto, e io sono rimasta di nuovo sola. Ma stavolta con me c’era lei”.

Clelia ti catturava per la bellezza e la purezza, emanata da abiti candidi e raffinati, dalla pelle idratata da oli essenziali. Era sempre profumata, con un sorriso pazzesco e un velo di abbronzatura. La sua delicatezza e l’ossessione per l’accudimento la rendevano materna: era un fiore pericolosissimo. Secondo lei, ero circondata da energia negativa: la colf, l’autista… Una sera d’autunno avevo programmato di andare a teatro con una decina di amici: lei mi telefonò per dirmi di annullare. Sarebbe stato negativo per la mia energia. E io annullai. La setta filtrava le chiamate: mia mamma veniva sempre respinta. Quando ha letto il libro le lacrime le appannavano gli occhiali. Mi ha confidato di aver mandato un suo socio, ateo, a fare terapia da Clelia per ottenere informazioni su di me. Anche lui, dopo una sola seduta, era stato reclutato”.

Anche i periodi di festa diventavano un incubo in solitudine: “Chiamavo festosa Aurora fingendo di avere gente a cena, per poi passare da sola il resto della sera in silenzio, davanti all’albero. Era come quando mio padre diceva vengo a prenderti per il weekend e poi non arrivava mai: speravo che almeno quella volta mia madre e Eros venissero a portarmi via. Ma come diceva Clelia, non mi voleva nessuno”.

Soltanto nel 2006 Michelle apre gli occhi e decide di abbandonare la setta, ma ormai era troppo tardi per recuperare il rapporto con Ramazzotti, ma non con sua madre. La bionda conduttrice conclude l’intervista in questa maniera: “Ero la gallina dalle uova d’oro, ma sono stata derubata soprattutto della dignità. Nella setta c’erano direttori di giornali, conduttrici tivù, autori, magistrati, poi allontanati: io ero sufficiente al progetto. Uscita dalla setta ho trovato una guida spirituale, frate Elia, che mi ha permesso di incontrare padre Amorth: mi ha rassicurata e poi mi ha benedetto. Ho ripreso a mangiare carne solo in attesa di Sole. Prima sentivo odore di cadavere. Oggi non ho rancori, ho scoperto la fragilità della setta, tutto il progetto che si è dissolto sotto ai miei occhi”.

Pensate che le persone fragili siano facilmente manipolabili? A voi i commenti!

Commenta con Facebook

Guarda Anche

gerry scotti intervista costanzo

L’Intervista a di Costanzo a Gerry Scotti: a Silvio Berlusconi non piacevo!

Gerry Scotti si lascia andare in una conversazione profonda a "L'Intervista" di Maurizio Costanzo, ripercorrendo la sua vita professionale e quella artistica senza ostacolare le lacrime che gli scivolano dal viso.