Home / Fiction / Rita Levi Montalcini, Prima puntata: La Vittoria del Nobel!

Rita Levi Montalcini, Prima puntata: La Vittoria del Nobel!

Rita Levi Montalcini, trama prima puntata: la scienziata vince il Nobel dopo essere riuscita a curare la piccola Elena, ma non riesce a trarne soddisfazione e teme di non essere all’altezza del suo compito. Ma la scoperta del NGE potrebbe cambiare la vita di tante persone…

Rita Levi Montalcini è una nuova fiction che andrà in onda su Rai 1 durante il periodo autunnale. La nota neurologa e scienziata italiana è interpretata da Elena Sofia Ricci, che ha raccontato con grande entusiasmo l’esperienza. Ecco che cosa succede nella prima puntata della fiction che promette di appassionare milioni di telespettatori.

Rita Levi Montalcini, trama prima puntata: il caso di Elena!

La fiction si apre con una grande scoperta di Rita Levi Montalcini riguardante il Nerve Growth Factor, che potrebbe essere capace di gestire e guarire numerose patologie neurodegenerative. Le ricerche delle Montalcini, dopo la sua laurea in Medicina e Chirurgia, si concentrano soprattutto su queste malattie che sembrano al momento non dare scampo alle persone che ne soffrono. Rita viene a conoscenza della storia di una violinista di 12 anni, affetta da cecità e che per questo motivo non può più seguire come vorrebbe il suo sogno di suonare. La Montalcini decide di sfruttare per la prima volta la sua scoperta e rende il NGE liquido, affinché possa utilizzarlo come collirio per migliorare la situazione di Elena. Gradualmente le condizioni della ragazzina non fanno che migliorare e, nonostante non abbia la possibilità di riacquistare completamente la vista, la degenerazione della sua patologia viene interrotta. Anche se il successo riscosso è stato davvero tanto, Rita non smette di portare avanti ricerche e di fare esperimenti per dare speranza a chi soffre di queste malattie. Per questo viene nominata per il premio Nobel e lo vince. Nel 1986 la Montalcini si reca a Stoccolma e da questo momento in poi la sua carriera sarà tutta in salita, anche se non mancheranno momenti di disagio e di difficoltà.

Rita Levi Montalcini, trama prima puntata: Rita teme di fallire!

Dopo aver ottenuto il prestigioso riconoscimento, Rita fa ritorno nella sua casa di Roma. Inaspettatamente, senza che se lo aspettasse, viene subissata da moltissime lettere da parte di persone provenienti da tutto il mondo che le chiedono di essere guarite. Le sue scoperte ed il premio Nobel hanno dato speranza a tantissime persone che fino a poco prima non l’avevano, e Rita inizia ad avere paura che si illudano inutilmente. La Montalcini si sente molto insoddisfatta e nonostante il Nobel non avverte di aver ottenuto ciò che desiderava. Tante persone infatti non sono state concretamente aiutate ma per loro si è aperto uno spiraglio che potrebbe non essere reale. Rita ha paura di fallire e di non essere all’altezza delle aspettative di molta gente che soffre e a cui finora è stata negata qualsiasi cura poiché inesistente. Per questo motivo, nella fiction si esamina l’aspetto del periodo successivo al Nobel, che non è di gioia ed entusiasmo come si potrebbe credere ma nel caso di Rita Levi Montalcini, ma piuttosto buio per la paura di non essere in grado di affrontare tutto e di non meritare quel riconoscimento. Ad ogni modo, per la Montalcini si spalanca un altro lungo periodo di studi e ricerche, che vedrà anche la collaborazione dello studioso americano Stanley Cohen, con cui Rita aveva vinto il Nobel. La nuova serie Rai racconterà quindi tutti i dettagli di una vita dedicata allo studio di patologie neurodegenerative apparse a lungo misteriose ed incurabili. Che cosa ne pensate? Credete che questa fiction vi appassionerà ed inizierete a seguirla? A voi i commenti!

Commenta con Facebook

Guarda Anche

Gli Orologi del Diavolo

Gli Orologi del Diavolo, Seconda Puntata: Marco Viene Condannato!

Gli Orologi del Diavolo, trama seconda puntata: Marco viene arrestato mentre guida un'imbarcazione per una consegna di sostanze stupefacenti. La sua famiglia però inizia ad odiarlo...