Home / Serie TV / Tredici 3: Le Critiche Sulla Nuova Stagione. Ecco Perchè!

Tredici 3: Le Critiche Sulla Nuova Stagione. Ecco Perchè!

Tredici 3: la terza stagione della serie, parte già con una serie di polemiche. Il pubblico televisivo non ha mandato giù la fine che è stata scelta dagli sceneggiatori per Bryce!

Tredici è la serie tv targata Netflix che ha appassionato adolescenti e non solo. Quest’ultima, però, che sta giungendo alla sua terza stagione (che inizierà il 23 agosto), ha sollevato tantissime polemiche per via della scena del suicidio della protagonista, Hannah. La ragazzina aveva lasciato tredici videocassette prima di porre fine alla sua vita, cosa che deve il nome alla serie. La scena del suicidio è stata poi eliminata anche da Netflix, ma addirittura alcune persone hanno lanciato delle accuse circa il fatto che, a seguito della messa in onda di Tredici, ci sono stati gesti di emulazione da parte di giovani ragazzi. Ma sembra che siano destinate a sorgere presto tantissime altre controversie…

Tredici 3: la morte di Bryce Walker solleva polemiche!

Netflix ha diffuso il primo trailer della terza stagione di Tredici, mostrando che le Forze dell’Ordine e non soltanto si stanno mobilitando per scoprire chi ha ucciso Bryce Walker. Questo significa che il cattivo della serie è stato ucciso. La notizia, uscita da poco tempo e trapelata soltanto dal trailer – il che significa che il montaggio potrebbe essere stato anche fatto appositamente per sviare chi guarda -, ha già sollevato numerose polemiche. Infatti, Tredici non parla di una storia vera ma è stata utilizzata per trattare argomenti di piena attualità negli USA e non solo. Non si è parlato soltanto dell’uso delle armi, in queste precedenti due stagioni, ma anche del delicato tema degli abusi, dei suicidi e del consumo di droghe. Di conseguenza, l’eliminazione del cattivo non sembrerebbe essere uno stile adeguato a questa serie, che ha sempre optato per qualcosa di più realistico, differente dal concetto di serie o soap avuto finora. Inoltre, le polemiche sono anche legate al fatto che l’uccisione di Bryce è legata all’ingresso di Tyler nella scuola. Il ragazzo, armato, avrebbe potuto fare giustizia con le sue stesse mani. Secondo i fan della serie, questo sarebbe un grosso scivolone per gli autori di ‘Tredici’, che avrebbero dato vita ad un modo distorto di concepire la giustizia. Insomma, il rischio è che passi il messaggio che farsi giustizia da soli sia giusto, e che sia normale che una pessima persona come lo era Bryce possa essere eliminata come forma di vendetta. Ad ogni modo, queste sono soltanto deduzioni legate alla visione del trailer diffuso da Netflix, e a quanto pare la morte dell’antagonista potrebbe rivelarsi, alla fine, soltanto un incidente.

Tredici 3: cosa sapere sulla terza stagione della serie!

Il 23 agosto 2019 la serie tv sarà inserita sulla piattaforma Netflix. Nonostante gli slittamenti legati alle difficoltà nel mettersi d’accordo sugli stipendi che avrebbero ricevuto gli attori, finalmente la serie può iniziare. Dal 23 agosto, dunque, sarà possibile vedere insieme tutte le 13 puntate di questa terza stagione. Saranno i fan di Tredici a scegliere se vederle tutte insieme, oppure come altro dividerle. La seconda stagione si era conclusa con Tyler che stava facendo irruzione, armato, nella scuola, nel tentativo di farsi giustizia da solo. Ed è possibile che così inizi anche la terza: con la morte di Bryce. Secondo quanto è trapelato, la terza stagione cambia un po’ la serie, facendola diventare una sorta di giallo e non concentrandosi più sul suicidio adolescenziale e sul bullismo.

Questi cambiamenti saranno graditi dai fan della serie o no? Voi cosa ne pensate?

Commenta con Facebook