Home / Fiction / Nero a Metà: la Fiction con Claudio Amendola sulla Tolleranza e Diversità!

Nero a Metà: la Fiction con Claudio Amendola sulla Tolleranza e Diversità!

Molto presto sul piccolo schermo la Rai manderà in onda la fiction poliziesca Nero a Metà con protagonisti Claudio Amendola e Fortunato Cellino. Il cast e la trama lasciano intendere che la serie televisiva sarà una delle rivelazioni di questa nuova stagione televisiva!

Presentato il promo per la fiction Nero a metà prossimamente in onda sulle reti Rai che vedrà Claudio Amendola protagonista della commedia poliziesca diretta da Marco Pontecorvo, con la partecipazione di Fortunato Cellino. Nel cast della serie tv poliziesca anche Angela Finocchiaro, Antonia Liskova, Alessandro Sperduti. Tutto lascia supporre che la trama della fiction “Nero a metà” con protagonista Claudio Amendola che veste i panni di un poliziotto cinico, ma con uno spiccato senso ironico, possa coinvolgere il telespettatore nelle vicende legate ai crimini di strada. La serie prodotta da Rai Fiction e Cattleya prevede la messa in onda di ben 6 puntate, durante le quali ci si soffermerà su temi particolarmente caldi di attualità degli ultimi tempi in Italia, come le diversità, l’intolleranza e l’odio di genere.

Nero a metà: Chi è Carlo Guerrieri?

Protagonista di Nero a metà sarà Carlo Guerrieri, interpretato dall’attore Claudio Amendola, un poliziotto che ha da sempre lavorato in strada. Chiamato a risolvere nuovi casi particolarmente intricati a livello professionale, e personalmente messo a dura prova dalle vicende che la vita gli ha posto davanti. Apparentemente cinico e distaccato, il poliziotto nasconde una personalità ironica ma anche tanto sensibile e profonda. Aspetto manifestato solamente nei confronti della figlia Alba, per la quale prova un amore sfrenato. Carlo Guerrieri si troverà ogni giorno a dover affrontare nuovi casi ricchi di intrighi e con trame fitte, ma con un doloroso passato, dato che ha cresciuto da solo e tra mille difficoltà la figlia Alba, alla quale è profondamente legato.

Il poliziotto seppur convinto di non dover affrontare ulteriori sorprese nel corso sua vita, si ritrova a doversi mettere in discussione dopo l’arrivo d un collega, Malik Soprani approdato nella questura in cui lavora, e pronto a sconvolgere i suoi piani. Nato in Costa d’Avorio, ma cresciuto in Italia Malik sarà il nuovo giovane collega del poliziotto, che avrà non poche difficoltà ad accoglierlo prima come collega e poi come cittadino romano. A primo impatto tra i due non scorrerà buon sangue, ma detestandosi a vicenda continueranno a lavorare insieme finendo per collaborare ai numerosi casi di omicidio ed indagini complesse. Cominceranno quindi a stimarsi reciprocamente, fino a diventare quasi amici.

Nero a metà: scoppia la passione tra Malik e Alba

La figlia di Guerrieri diventata oggi un promettente medico legale che lavora come consulente della polizia, conoscerà proprio in commissariato il collega Malik Soprani, del quale si innamorerà perdutamente. Tuttavia nonostante l’equilibrio raggiunto tra Guerrieri e Soprani, le situazioni sono destinate a cambiare nuovamente, dopo che tra Malik e Alba nascerà del sentimento. L’ispettore si troverà seriamente in difficoltà a dover accettare la storia d’amore tra la figlia Alba, e il giovane collega Malik. Ma il rapporto tra i due colleghi è destinato ad incrinarsi ulteriormente a causa di un segreto che riappare dal passato. Un dettaglio che purtroppo Guerrieri conosce fin troppo bene, e che potrebbe decisamente cambiare il destino di entrambi i protagonisti della fiction Nero a metà. Ma qual è il segreto che destabilizzerà gli equilibri di Malik Soprani e Carlo Guerrieri?

Commenta con Facebook

Guarda Anche

il paradiso delle signore

Il Paradiso delle signore, trama puntate dal 12 al 16 novembre 2018: Andreina in Carcere!

Anticipazioni Il Paradiso Delle Signore, trame puntate da lunedì 12 a venerdì 16 novembre 2018: Andreina finisce in carcere, Vittorio sospetta sia stata Marta a denunciarla. Tina potrebbe diventare una cantante di successo. Riccardo continua a chiedere antidolorifici!