Caso Saman Abbas: Il Padre Arrestato In Pakistan!

Svolta nel caso di Saman Abbas, la ragazza pakistana scomparsa a Reggio Emilia nella primavera del 2021. Shabbar Abbas, il padre della 18enne, accusato insieme ad altri parenti di averle tolto la vita, é stato arrestato in Pakistan. Ecco gli aggiornamenti sul caso!

Il padre di Saman Abbas arrestato in Pakistan

La pagina social della trasmissione Quarto Grado ha pubblicato la notizia dell’arresto di Shabbar Abbas, il padre di Saman. La polizia pakistana avrebbe arrestato l’uomo con l’accusa di frode. Il padre di Saman avrebbe infatti frodato un connazionale per circa 20 mila dollari, equivalenti a 5 milioni di rupie pakistane. Dunque le autorità pakistane, al momento, lo trattengono in carcere solo per questo reato. Ricordiamo che in Italia, Shabbar Abbas è accusato dell’omicidio della figlia Saman, scomparsa da Novellara in provincia di Reggio Emilia tra il 30 aprile e il 1 maggio del 2021. Il corpo della ragazza non é mai stato ritrovato, ma gli investigatori italiani sono certi che la ragazza sia stata uccisa. Indagati per il delitto, oltre al padre della ragazza, anche la madre e altri parenti tra cui uno zio e due cugini. Come sappiamo, i genitori di Saman erano fuggiti in Pakistan subito dopo il delitto e su di loro pende un mandato di cattura internazionale. L’Italia ne ha chiesto l’estradizione. Richiesta firmata dall’ex ministro della Giustizia Marta Cartabia. I coniugi, insieme agli altri tre imputati, sono stati rinviati a giudizio e dovranno rispondere dell’accusa di omicidio. Il processo inizierà a breve. Resta da capire ora, come si muoveranno Italia e Pakistan alla luce dell’arresto del padre di Saman avvenuto poche ore fa. L’uomo di fronte alle autorità del suo Paese di origine, dovrà rispondere dell’accusa di frode. La polizia pakistana ha però fatto sapere che qualora l’Italia facesse dei passi ufficiali, potrà essere interrogato anche in relazione all’omicidio della figlia Saman.

I genitori di Saman estradati in Italia? Le ultime news

Sembra finalmente muoversi qualcosa in merito a questa triste vicenda. L’arresto dell’uomo, seppur per un reato molto diverso da quello di cui é accusato in Italia, potrebbe portare davvero alla sua estradizione. Ancor prima che venisse arrestato per frode, il Pakistan stava valutando l’ipotesi di emettere un mandato di cattura nazionale nei confronti dei genitori di Saman. Lo aveva rivelato nei giorni scorsi sempre Quarto Grado. Le autorità pakistane avevano valutato la fondatezza della accuse e di tutto il lavoro investigativo svolto dai Carabinieri di Reggio Emilia e dall’autorità giudiziaria italiana. Per tutti si tratta di una caso complicato, anche perché come sappiamo, il corpo della ragazza non é mai stato ritrovato. Le autorità italiane sono certe del fatto che il padre di Saman sia il mandante dell’omicidio della figlia e questo anche grazie ad un’intercettazione telefonica, in cui l’uomo ammetteva di aver ucciso Saman. Il movente sarebbe stato il rifiuto della 18enne di sposare un uomo di 10 anni più vecchio di lei e di cui non era innamorata. Insomma, sarebbe morta perché ha rifiutato un matrimonio combinato. Il processo per l’omicidio della ragazza inizierà a febbraio del 2023. Come già accennato, anche la madre di Saman é rinviata a giudizio, ma al momento non si sa nulla di lei. Di certo é in Pakistan. Bisognerà vedere se la polizia pakistana arresterà pure lei nelle prossime ore. Ci sarà giustizia per la povera Saman? A Voi i Commenti!

Commenta con Facebook

Check Also

Delitto Garlasco Alberto Stasi

Delitto di Garlasco: Alberto Stasi E’ Innocente? Emergono Nuove Prove…

Alberto Stasi continua a gridare la sua innocenza. L'uomo è in carcere con l'accusa di aver assassinato la fidanzata Chiara Poggi nell'agosto del 2007. Condannato a 16 anni di carcere, Stasi e i suoi legali stanno cercando di far riaprire il caso. Si chiede una revisione del processo, per dimostrare l'innocenza dell'uomo. Tutto a fronte di nuove elementi emersi nel corso delle indagini difensive. Ecco gli aggiornamenti sul caso!